Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Aspettando che l'Europa passi dal meno peggio al meglio

Martedì, 02 Dicembre 2014

Articolo scritto con Annamaria Simonazzi

Segnali contrastanti arrivano dalla politica economica europea. Il primo è sul fronte della finanza pubblica: la Commissione europea ha graziato Francia, Italia e Belgio, concedendo loro ancora tre mesi per riportare i bilanci in linea con i criteri fiscali. Il secondo riguarda il tanto atteso e annunciato rilancio della crescita: il piano Juncker, presentato come una manovra da 315 miliardi di euro. Apparentemente, sono due piccoli passi in avanti. Ma che nascondono una irresolutezza di fondo, da parte delle autorità politiche dell’Unione, ad affrontare la gravità della situazione.

Così le contromisure restano per ora limitate all’azione della Bce: che da sola può riuscire a evitare il peggio, ma non traghettarci verso il meglio.

continua a leggere qui

Aggiungi un commento