Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Come affrontare questa crisi globale che è sanitaria ed economica

Mercoledì, 11 Marzo 2020

Tre parole: “exceptionally bad times”. Chissà se gli estensori del patto di stabilità che regola i bilanci europei avevano previsto tutto questo. Fatto sta che quelle tre parole – tempi eccezionalmente brutti –, ricordate da una nota dell’ufficio parlamentare di bilancio, si adattano perfettamente allo choc all’economia che il nuovo coronavirus sta diffondendo in tutto il mondo globalizzato. Lo tsunami del coronavirus sull’economia è già arrivato, e l’Italia, il paese più indebitato della Ue, è in prima linea nella sperimentazione di quella clausola che apre il lucchetto dei deficit pubblici, sospendendo l’obbligo di rispettare il percorso di aggiustamento al quale sono tenuti i paesi che, come il nostro, sono fuori dai parametri Ue di finanza pubblica.

Continua qui

Aggiungi un commento