Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Gli effetti della pandemia: trasporti commerciali a singhiozzo

Martedì, 07 Settembre 2021

Ma chi l’avrebbe detto che ci saremmo dovuti preoccupare dei prezzi delle auto usate e dei noli dei container? Con questa domanda, il premio Nobel Paul Krugman sollevava in pieno agosto il tema dell’autunno (e forse dell’anno) dell’economia post-pandemica: tra le tante cose, sono saltate anche le unità di misura. Non ha più molto senso fare riferimento ai criteri tradizionali per misurare l’inflazione, e distinguere gli aumenti dei prezzi che devono preoccuparci da quelli che invece hanno fluttuazioni fisiologiche. Per l’appunto: dopo il primo lockdown, negli Stati Uniti sono saliti alle stesse i prezzi delle auto usate, per la corsa a ottenere uno o più mezzi di mobilità autonoma e distanziata, anche da parte delle famiglie più povere. I relativi problemi per il portafoglio della famiglia a reddito medio-basso sono a malapena registrati dal tasso ufficiale di inflazione. Inoltre, dall’inizio di quest’anno, come abbiamo segnalato anche in questo articolo de Il Bo Live, è “impazzito” il mercato dello shipping, delle grandi navi portacontainer, con rialzi dei noli che sembravano enormi già a marzo, e che ad agosto sono diventati stellari.

Continua qui

Aggiungi un commento