Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

I partiti italiani nello specchio delle tasse

Venerdì, 08 Novembre 2019

All’inizio sembrava una manovra senza nome. Nessun provvedimento di bandiera, salvo l’abolizione dello scatto delle aliquote iva previsto per il 2020 e che assorbe la maggioranza delle risorse. Importante certo, ma più per aver evitato un pericolo e non perché sia una proposta per il futuro.

Alla fine, però, partorito un po’ di nascosto in uno di quei vertici dove tutti sono d’accordo per poi dissociarsi il giorno dopo, un provvedimento è emerso su tutti: la tassa sulla plastica monouso, contro la quale si è scatenato l’inferno. I produttori hanno protestato, a voce e comprando pubblicità sui giornali; le opposizioni hanno giurato battaglia in parlamento, naturalmente a partire dalla Lega; Italia viva si è detta contraria, coniando un nuovo slogan, “C’è chi è No tav o No tap, noi siamo No tax”; e si è fatto sentire anche lo stato maggiore del Partito democratico in Emilia-Romagna, dove si concentra la produzione degli imballaggi e dove si voterà il 26 gennaio 2020.

Continua qui

Aggiungi un commento