Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Il banchiere populista

Venerdì, 13 Gennaio 2017

Il gergo delle banche è pieno di parole che richiamano, più che i soldi e la materialità della vita, le sue emozioni. Sofferenze bancarie, cattivi debitori, e la stessa parola credito ne sono buoni esempi. Facile dunque intuire che, messa vicina al carburante infiammabile che genericamente – e per semplicità – chiamiamo “populismo”, tutta la materia delle banche rischia di fare un bel falò, alla fine del quale ci si trova senza niente tra le ceneri. Il populismo allo sportello può fare bei danni: tanto più che, senza popolo davanti, quegli sportelli chiuderebbero.

Continua qui

Aggiungi un commento