Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Rettori per sempre

Giovedì, 20 Settembre 2012

E non se ne vogliono andare. Non si parla di figli eterni adolescenti, o di politici attaccati alla poltrona, ma di stimati accademici sulla soglia di una rispettabile vecchiaia. Una ventina di rettori di altrettante università, scaduti o in scadenza, aggrappati a un codicillo che gli permette di restare per un altro anno in carica. Con la benedizione del meritocratico ministro Profumo. Ma la vicenda sta scatenando la guerra, metaforica e giudiziaria, in molti atenei: da Torino a Messina, da Parma a Viterbo. 

(Articolo pubblicato sull'Espresso, numero 38 2012). Si può leggere anche qui

P.S. Ricevo dal Comitato nazionale "No proroga rettori" il testo di lettera aperta al ministro Profumo che sta girando per tutte le università italiane...

a proposito dei nuovi contenziosi (uno, promosso da un gruppo di docenti dell'Università di Messina è già in atto presso il T.A.R. del Lazio), contro il comma 42-ter della legge di spending review, infilato nell'agosto scorso dal governo e fatto approvare con voto di fiducia per dare copertura normativa alla proroga dei rettori. In base a questo comma,   in 15 Atenei italiani i cui Rettori hanno concluso il proprio mandato nel 2011, si vuole impedire che si vada e al voto per il rinnovo della carica fino al 2014. Ecco il testo della lettera: lettera_aperta.pdf

Aggiungi un commento