Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

case

Addio società dell'iper (#comesiamocambiati, in numeri)

Mercoledì, 28 Ottobre 2015

Le nascite e i matrimoni, gli acquisti di auto, le compravendite di abitazioni. In otto numeri, quattro eredità della crisi.  Non è solo una questione economica: traballa un modello di consumo (e società) basato sul grande, sull'iper. (Questo è il grafico che apre il capitolo sui consumi del mio libro, "Come siamo cambiati", che parte dalla crisi dell'iper per parlare di nuova povertà, ma anche di una nuova misura nel nostro modello di consumo. In libreria, in e-book o in streaming).

Con un mattone al collo

Venerdì, 30 Agosto 2013

Confermando la cancellazione della prima rata dell'Imu 2013, rinviando alla legge di stabilità la decisione sulla seconda rata e spostando sulla “service tax” il compito di sostituire l'Imu nel 2014, il governo Letta-Alfano non ha solo ribadito la sua abilità sopraffina nella tattica del rinvio. È vero, di fatto non c'è ancora nulla di nuovo, tant'è che la Commissione europea aspetta lumi sulle coperture finanziarie prima di pronunciarsi sulla sparizione dell'Imu dall'orizzonte dei conti fiscale 2013. Ma questo non vuol dire che siamo al nulla di fatto: c'è molto di fatto, e tutto in negativo. Cioè in senso esattamente contrario alla equità tra cittadini, tra generazioni, tra territori. E dunque, in senso opposto a quello che un partito di pur vaga collocazione a sinistra come il Pd dovrebbe volere, e che infatti pur vagamente aveva scritto nei suoi programmi e promesso ai suoi elettori. Per questo, al di là della maggiore abilità propagandistica, sull'Imu ha davvero vinto la destra.

Subscribe to case