Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

Draghi

Governo Draghi. Non ci siamo, non ci stiamo

Sabato, 13 Febbraio 2021

Anche stavolta sarà per la prossima volta. Nel più largo dei governi – molti ministeri, qualcuno nuovo; moltissimi partiti, tutti tranne uno; molto apprezzamento, dai media locali agli alleati internazionali – non c’è sufficiente spazio per le donne.  Nel consiglio dei ministri siederanno 8 donne, un terzo del totale. Otto in tutto, 3 in quota “tecnici” e 5 in quota “politici”. Tra i politici, per Pd e Leu la quota è zero. Tutti uomini. Venerdì sera, a caldo, ho commentato su twitter: “Almeno adesso sappiamo cosa ha detto Zingaretti agli altri: le donne le portate voi?”.

Il tecnico popolare deve fare anche scelte impopolari

Lunedì, 08 Febbraio 2021

Mario Draghi non è il primo tecnico a essere chiamato a guidare un governo italiano e con tutta probabilità non sarà l’ultimo. Troppo profonda e strutturale è la crisi dei partiti politici per pensare che sia solo un traghettatore a una nuova fase nella quale il meccanismo della democrazia parlamentare tornerà a funzionare fluido, e troppo frammentato è il quadro della rappresentanza per prevedere che – quando prima o poi si tornerà a votare – ne uscirà come per magia un qualche quadro razionale.

Cos'è il Def e quanto pesa il fattore D

Venerdì, 10 Aprile 2015

Comuni più tranquilli, regioni preoccupate, province in allarme… Mentre gli attori italiani si agitano attorno al rito del def – il documento di economia e finanza che traccia gli obiettivi della finanza pubblica per i prossimi tre anni –, dalla lettura del documento, tabella dopo tabella, emerge il volto del protagonista.

C'era una volta la Germania

Mercoledì, 21 Gennaio 2015

Citazione buona per Draghi e i suoi oppositori della Bundesbank domani, per le elezioni greche domenica. E per noi sempre. "La politica di ridurre la Germania in servitù per una generazione, di degradare la vita di milioni di esseri umani e di privare un'intera nazione della felicità dovrebbe essere odiosa e ripugnante: odiosa e ripugnante anche se fosse possibile, anche se ci arricchisse, anche se non fosse fonte di rovina per tutta la vita civile d'Europa.

L'estate dei due Mari

Mercoledì, 19 Settembre 2012

 

“La pioggia prima che cada”: il titolo del bellissimo romanzo di Jonathan Coe potrebbe sintetizzare l'estate che abbiamo appena lasciato. Caratterizzata dall'attesa di una pioggia imminente, al punto di sentirne l'odore e temerne il rumore. Non la pioggia reale – che in tante parti del mondo i campi hanno atteso invano, restando invece arsi e spogli -, ma quella metaforica a cui ci hanno abituato quattro anni di crisi economica e alti e bassi finanziari. Per l'Europa, era l'attesa del disastro dell'euro, dell'incidente speculativo, della fine continuamente annunciata di una moneta definita “irreversibile”.

Lezioni con Caffè?

Mercoledì, 23 Maggio 2012

E tu, quanto hai guadagnato l’anno scorso? 500mila, 750mila, 1 milione, 28 milioni di dollari? La domanda ossessiva, via via più petulante, viene rivolta a chiunque gli capiti a tiro dal più giovane dei broker protagonisti di “Margin Call”, film sul capitalismo finanziario che più di un trattato di economia mostra e spiega cosa sta succedendo.

Subscribe to Draghi