Roberta Carlini

Giornalista, si occupa (quasi) di tutto a partire dall'economia

operai

La classe operaia va in pensione

Mercoledì, 17 Maggio 2017

Articolo pubblicato sui quotidiani locali del gruppo Espresso

Una crescita a bassa intensità, con qualche luce nel settore dell’industria manifatturiera che però non riesce a illuminare l’enorme settore dei servizi poco produttivi. E una società che presenta nuove diseguaglianze, nella quale conta sempre di più il luogo e la famiglia di nascita, mentre spariscono appartenenze un tempo forti, come quella degli operai e della piccola borghesia. La fotografia dell’Italia tracciata dal Rapporto annuale dell’Istat presentato ieri a Roma dal presidente Giorgio Alleva, conferma alcune verità già note (l’invecchiamento, la bassa produttività, il nuovo dinamismo delle esportazioni) ma soprattutto tenta un’operazione ambiziosa: classificare i gruppi sociali in Italia, dire come sono fatti, chi sta meglio e chi sta peggio.

Infortuni stranieri. In fabbrica

Lunedì, 11 Maggio 2009

“Ricordo il primo giorno di lavoro. Era un lunedì. Sono entrato alle cinque del mattino per il primo turno... La catena era vuota, non avevo mai visto prima una fabbrica così e sono rimasto un po' intontito. C'era molto rumore del motore del forno. Mi hanno messo subito in un reparto senza dirmi niente, non mi hanno dato nessun opuscolo sulla sicurezza... Ho visto solo che c'erano dei cartelli appesi ai muri che dicevano di mettere il casco”.

Chi ha beffato gli operai

Venerdì, 27 Marzo 2009

Sorpresa, è ricomparsa la produttività. Nel pieno della recessione più grave dal 1929, nel vortice di un Pil che precipita del 2 per cento o forse più, con l'industria che chiede fondi e i soldi per la cassa integrazione che stanno finendo, l'Istat rivede le statistiche degli anni scorsi e annuncia: non andava poi così male. Anzi, l'industria italiana che è entrata in crisi era appena uscita da un piccolo boom. E il miracolo retroattivo scatena le polemiche: di quelli che “l'avevamo detto che il declino non c'era”, e dei critici del nostro istituto nazionale di statistica.

Subscribe to operai